fbpx

FRI Turismo 2024 - Fondo Rotativo Imprese per il Turismo

FRI Turismo 2024

FRI Turismo 2024, il Fondo Rotativo Imprese per il Turismo è un programma di sostegno finanziario alle imprese e agli investimenti nel settore turistico, mirato a migliorare i servizi di accoglienza e potenziare le strutture ricettive, con un occhio alla digitalizzazione e alla sostenibilità ambientale.

Questo incentivo è destinato a investimenti di dimensioni medio-grandi, compresi tra 500.000 e 10 milioni di euro, concentrandosi su interventi come la riqualificazione energetica, l’adeguamento antisismico e la rimozione delle barriere architettoniche, al fine di migliorare la competitività delle imprese e raggiungere standard di qualità internazionali. 

I progetti devono essere completati entro il 31 dicembre 2025.

Il FRI-Turismo 2024 ha una dotazione finanziaria di 780 milioni di euro, di cui 180 milioni sono destinati a contributi diretti e 600 milioni per finanziamenti agevolati forniti dalla Cassa Depositi e Prestiti. 

Quest’ultima attiva ulteriori finanziamenti pari a 600 milioni di euro tramite le banche che aderiscono alla Convenzione firmata dal Ministero del Turismo, l’Associazione Bancaria Italia e la Cassa Depositi e Prestiti.

La metà delle risorse disponibili è destinata agli interventi per migliorare l’efficienza energetica.

Ecco cosa troverai in questo articolo

FRI Turismo 2024 - beneficiari

I soggetti che possono partecipare al bando FRI Turismo 2024 appartengono a diversi ambiti del settore turistico:

  • alberghi;
  • agriturismi;
  • strutture ricettive all’aria aperta;
  • imprese del comparto turistico, ricreativo, fieristico e congressuale;
  • stabilimenti balneari;
  • complessi termali;
  • porti turistici;
  • parchi tematici, inclusi quelli acquatici e faunistici.

I requisiti che devono avere al momento della presentazione della domanda sono:

  • devono gestire un’attività ricettiva o di servizio turistico in immobili o aree di proprietà di terzi o essere proprietarie degli immobili dove si svolge l’attività oggetto dell’intervento;
  • devono essere regolarmente costituite e iscritte al registro delle imprese;
  • devono essere in pieno esercizio dei propri diritti e non essere in stato di liquidazione o fallimento;
  • devono avere una presenza stabile sul territorio nazionale;
  • devono essere conformi alle normative edilizie, urbanistiche, del lavoro, della sicurezza sul lavoro, della salvaguardia dell’ambiente e devono essere in regola con gli obblighi contributivi;
  • devono adottare la contabilità ordinaria;
  • devono avere una valutazione positiva del merito di credito da parte di una banca finanziatrice e ottenere una delibera di finanziamento da quest’ultima;
  • se operano nel settore agricolo o della pesca, devono adottare una contabilità separata.

FRI Turismo 2024 - Interventi ammissibili

Gli incentivi previsti dal FRI Turismo 2024, possono essere ottenuti per vari tipi di interventi, tra cui:

  • miglioramenti per rendere gli edifici più energetici;
  • lavori per migliorare la resistenza sismica degli edifici;
  • eliminazione di barriere architettoniche per rendere gli spazi accessibili a tutti;
  • lavori di manutenzione straordinaria, restauri, ristrutturazioni e installazioni di nuove strutture;
  • costruzione di piscine termali (solo per stabilimenti termali);
  • miglioramenti tecnologici e digitalizzazione;
  • acquisto o aggiornamento di mobili e arredi,
  • spese per servizi professionali.

Gli investimenti devono riguardare una o più sedi dell’azienda in Italia e devono avere costi ammissibili compresi tra 500.000 euro e 10 milioni di euro, IVA esclusa.

I progetti devono essere completati entro il 31 dicembre 2025 e devono rispettare le normative ambientali italiane ed europee, così come gli orientamenti tecnici per la gestione delle attività che possono avere impatti significativi sulla salute (DNSH).

FRI Turismo 2024 - Agevolazioni

FRI Turismo 2024 prevede due tipologie di agevolazioni:

  • Contributo a fondo perduto: viene calcolato come una percentuale delle spese ammissibili, fino al massimo del 35% dei costi.
  • Finanziamento agevolato: offerto da Cassa Depositi e Prestiti a un tasso di interesse dello 0,5% all’anno, con una durata di 4-15 anni, compresi fino a 3 anni di preammortamento.

Il finanziamento agevolato deve essere accompagnato da un prestito bancario allo stesso importo e durata, fornito da una banca aderente alla Convenzione del 29 agosto 2022. 

La somma del finanziamento agevolato, del prestito bancario e del contributo diretto non può superare il 100% del programma ammissibile. 

L’azienda deve coprire i costi non ammissibili e l’IVA con risorse finanziarie proprie.

 

 Il 40% del contributo diretto alla spesa è riservato alle imprese con sede nelle regioni del Mezzogiorno: Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia.

FRI Turismo 2024 - presentazione delle domande

La domanda per il FRI Turismo 2024 può essere presentata dal 1° luglio 2024 fino al 31 luglio 2024

Sp Studios fornisce un servizio di consulenza orientato ad aiutare le aziende a verificare i criteri di ammissibilità per numerose misure di agevolazione.

In questo modo, il team di consulenti di Sp Studios forniranno all’azienda un’assistenza per la corretta presentazione della modulistica ai bandi.

Contattaci e la tua pratica verrà seguita da un team di esperti che ti supporterà in tutti i passaggi, dalla presentazione alla rendicontazione della domanda.

Sp Studios 0771 738004

+39 393 8857979

Hai un tuo progetto? Hai bisogno di essere finanziato?

Ti contatterà un nostro incaricato per per una pre-fattibilità OMAGGIO!

Condividi su:

iscriviti alla newsletter

rimarrai aggiornato su tutte le novità, potrebbe essere l'occasione per realizzare il tuo progetto

Non perdere le opportunità degli incentivi agevolati per le imprese

iscriviti alla newsletter