fbpx

Contratto di sviluppo - Sostegno grandi investimenti

Contratti di sviluppo

Contratto di sviluppo è uno strumento di sostegno a programmi d’investimento produttivi, strategici ed innovativi di grandi dimensioni nel settore industriale, agro-industriale, turistico e di tutela ambientale.

Le agevolazioni previste consistono in contributi a fondo perduto e in finanziamenti agevolati, concessi anche i combinazione tra loro.

Per poter accedere ai sostegni finanziari, è richiesto alle imprese un investimento minimo di 20 milioni di euro, ridotto a 7,5 milioni di euro per programmi inerenti attività di trasformazione e commercializzazione di prodotti agricoli, per progetti di sviluppo turistico localizzati in aree interne del Paese o inerenti il recupero e la riqualificazione di strutture edilizie dismesse.

Nell’ambito del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR), attraverso lo strumento dei Contratti di Sviluppo, sono previsti diversi interventi finalizzati a sostenere la competitività del sistema produttivo nazionale.

La legge di Bilancio 2023 ha previsto, per il rifinanziamento dei Contratti di sviluppo le seguenti risorse:

  • 400 milioni di euro per Contratti di sviluppo industriali, agroindustriali e di tutela ambientale;
  • 200 milioni di euro per Contratti di sviluppo di attività turistiche;
  • 157 milioni di euro per gli Accordi di programma e Accordi di sviluppo per investimenti produttivi o di tutela ambientale.

Il provvedimento dispone inoltre l’apertura di un nuovo bando stanziando oltre 390 milioni di euro a sostegno delle filiere produttive strategiche per lo sviluppo del Paese.

Hai un tuo progetto? Hai bisogno di essere finanziato?

Ti contatterà un nostro incaricato per per una pre-fattibilità OMAGGIO!

Ecco cosa troverai in questo articolo

Contratti di sviluppo - beneficiari

I programmi di sviluppo possono essere realizzati:

  • una o più imprese, italiane o estere, di qualsiasi dimensione singolarmente in maniera autonoma o in forma congiunta anche mediante il ricorso allo strumento del contratto di rete. 

Nei contratti di sviluppo i soggetti beneficiari delle agevolazioni sono articolati in:

  • soggetto proponente, ovvero l’impresa che promuove il programma di sviluppo ed è responsabile della coerenza tecnica ed economica dello stesso;
  • imprese aderenti, ovvero le eventuali altre imprese che realizzano progetti di investimento nell’ambito del programma di sviluppo;
  • soggetti partecipanti agli eventuali progetti di ricerca, sviluppo e innovazione.

L’impresa proponente è l’interlocutore formale, anche per conto delle aziende aderenti.

Contratti di sviluppo - progetti finanziabili

I contratti di sviluppo finanziano i seguenti programmi di sviluppo:

  • programmi di sviluppo industriali, compresi i programmi riguardanti l’attività di trasformazione e commercializzazione di prodotti agricoli;
  • programmi di sviluppo per la tutela ambientale;
  • programmi di sviluppo di attività turistiche che possono comprendere, per un importo non superiore al 20% degli investimenti complessivi da realizzare, programmi destinati allo sviluppo delle attività commerciali.

Inoltre, nell’ambito di tali programmi, il finanziamento può supportare anche:

  • progetti di ricerca, sviluppo e innovazione, connessi e funzionali tra loro;
  • realizzazione di opere infrastrutturali di pubblico interesse.

Per essere finanziabili, tali programmi dovranno essere ultimati dalle imprese in 36 mesi, tale termine può essere prorogato fino a un massimo di ulteriori 18 mesi, a fronte di una motivata richiesta da parte dell’impresa beneficiaria.

Hai un tuo progetto? Hai bisogno di essere finanziato?

Ti contatterà un nostro incaricato per per una pre-fattibilità OMAGGIO!

Contratti di sviluppo - agevolazioni

Le agevolazioni previste nei contratti di sviluppo sono concesse nelle seguenti forme, anche in combinazione tra loro:

  • finanziamento agevolato, nei limiti del 75% delle spese ammissibili;
  • contributo in conto interessi;
  • contributo in conto impianti;
  • contributo diretto alla spesa;
  • partecipazione temporanea al capitale di rischio.

L’entità delle agevolazioni, nel rispetto dei limiti delle vigenti norme in materia di aiuti di Stato, dipende:

  • dal tipo di progetto;
  • dalla localizzazione dell’iniziativa;
  • dalla dimensione dell’impresa.

In linea generale, l’ammontare e la forma dei contributi concedibili vengono definiti nella fase di negoziazione. 

Contratti di sviluppo - spese ammissibili

Le spese agevolabili sono diversificate a seconda del tipo di progetto da realizzare.

PROGRAMMI INDUSTRIALI, TURISTICI E DI TUTELA AMBIENTALE

Per i programmi di sviluppo industriali, turistici e per la tutela ambientale, le spese ammissibili alle agevolazioni sono quelle relative a:

  • suolo aziendale e sue sistemazioni, nella misura massima del 10% dell’investimento complessivo ammissibile del progetto;
  • opere murarie e assimilate (nella misura massima del 40% dell’investimento complessivo e del 70% per i progetti in ambito turistico);
  • infrastrutture specifiche aziendali;
  • macchinari, impianti e attrezzature, o anche i beni necessari all’attività amministrativa dell’impresa;
  • programmi informatici brevetti, licenze, know-how e conoscenze tecniche non brevettate. I programmi informatici devono essere commisurati alle esigenze produttive e gestionali dell’impresa. I brevetti, le licenze, il know-how e le conoscenze tecniche non brevettate devono riguardare nuove tecnologie di prodotti e processi produttivi, e sono ammissibili solo per la parte in cui sono utilizzati per l’attività svolta nell’unità produttiva interessata dal progetto. Per le grandi imprese, tali spese sono ammissibili fino al 50% dell’investimento complessivo ammissibile;
  • spese per consulenze per le sole PMI e nella misura di misura massima del 4% delle spese per l’investimento complessivo.

PROGETTI DI RICERCA, SVILUPPO E INNOVAZIONE

Riguardo i progetti di Ricerca, Sviluppo e Innovazione sono agevolabili le spese per:

  • personale (ad esclusione delle spese del personale con mansioni amministrative, contabili e commerciali);
  • strumenti e attrezzature, purché di nuova fabbricazione;
  • ricerca contrattuale,  spese per acquisizione o ottenimento in licenza di risultati di ricerca, brevetti e know-how,  spese per servizi di consulenza pertinenti al progetto di ricerca;
  • costi generali per altri servizi utilizzati esclusivamente per l’attività del progetto di ricerca e sviluppo;
  • materiali utilizzati per svolgere il programma di ricerca e sviluppo.

L’ importo delle spese e dei costi ammissibili complessivo deve essere non inferiore a 20 milioni di euro per tutti i programmi, o a 7,5 milioni di euro per programmi inerenti la trasformazione dei prodotti agricoli, il turismo in aree interne del Paese e il recupero di strutture dismesse.

Nello specifico il soggetto proponente, per accedere alle agevolazioni del contratto di sviluppo deve presentare le spese e i costi ammissibili secondo queste specifiche:

  • non inferiori a 10 milioni di euro per programmi di sviluppo industriali e per la tutela ambientale;
  • non inferiori a 3 milioni di euro per programmi che riguardano esclusivamente attività di trasformazione e commercializzazione di prodotti agricoli;
  • non inferiori a 5 milioni di euro per il settore delle attività turistiche;
  • pari a 3 milioni di euro per i programmi di sviluppo delle attività turistiche che riguardano le aree interne del Paese o il recupero e la riqualificazione di strutture edilizie dismesse.

Invece, le spese ammissibili relative agli investimenti proposti dai soggetti aderenti (compresi i programmi di ricerca, sviluppo e innovazione) devono essere non inferiori a 1,5 milioni di euro.

Hai un tuo progetto? Hai bisogno di essere finanziato?

Ti contatterà un nostro incaricato per per una pre-fattibilità OMAGGIO!

Contratti di sviluppo - PNNR

Attraverso il contratto di sviluppo si rendono operativi anche alcuni interventi del Ministero dello Sviluppo Economico previsti nel Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR).

Nello specifico il contratto di sviluppo è stato selezionato quale misura attuativa dei seguenti investimenti:

  • Investimento 5.2 “Filiere produttive”, con una dotazione di 750 milioni di euro. Le filiere coinvolte sono automotive, design, moda e arredo, microelettronica e semiconduttori, metallo ed elettromeccanica, agroindustria, chimico e farmaceutico. Per tale investimento, Con una dotazione di 391,8 milioni di euro, sarà aperto entro il 2023 un nuovo sportello per la presentazione di domande;
  • Investimento 5.1 “Rinnovabili e batterie”, con una dotazione di 1 miliardo di euro;
  • Investimento 5.3 “Bus elettrici”, con una dotazione di 300 milioni di euro.

Le risorse necessarie per attuare i progetti previsti dal PNRR mediante l’ausilio del contratto di sviluppo sono 40 milioni per il 2022, 400 milioni per il 2023, 12 milioni per ciascun anno dal 2024 al 2030, con l’obiettivo di sbloccare ulteriori progetti.

A questi fondi si sono aggiunte nuove dotazioni economiche.

Per la precisazione 2 miliardi di euro e prevista da altro Decreto MISE firmato il 25 agosto 2022, riservata esclusivamente a progetti che consentano di ridurre emissioni di CO2 e consumi energetici tramite l’elettrificazione dei processi produttivi e l’impiego dell’idrogeno.

Contratti di sviluppo - presentazione domanda

Le domande possono essere presentate esclusivamente online, sulla piattaforma dedicata, durante l’apertura periodica di apposite finestre pe rla richiesta dei finanziamenti e delle agevolazioni previste.

L’impresa (o la rete d’imprese) proponente potrà presentare domanda online attraverso il suo rappresentante legale o un procuratore speciale.

Sp Studios fornisce un servizio di consulenza orientato ad aiutare le aziende a verificare i criteri di ammissibilità per numerose misure di agevolazione.

In questo modo, il team di consulenti di Sp Studios forniranno all’azienda un’assistenza per la corretta presentazione della modulistica ai bandi.

Contattaci e la tua pratica verrà seguita da un team di esperti che ti supporterà in tutti i passaggi, dalla presentazione alla rendicontazione della domanda.

Sp Studios 0771 738004

+39 393 8857979

Contratti di sviluppo - valutazione ed erogazione delle agevolazioni

Una volta presentate le domande,  si svolge la fase istruttoria, entro il termine massimo di 120 giorni dal ricevimento della domanda di agevolazioni. 

La verifica delle domande è effettuata nel rispetto dell’ordine cronologico di presentazione delle richieste.

Nel corso dell’istruttoria, l’Agenzia determina l’ammontare massimo delle agevolazioni concedibili nelle forme e nelle misure ritenute idonee alla realizzazione dei programmi di sviluppo presentati.

Nella fase di istruttoria, si procede al riscontro nei progetti presentati di almeno 2 dei seguenti requisiti:

per i Programmi di sviluppo industriale:

  • Positivo impatto sull’occupazione:
  • Idoneità del programma di realizzare/consolidare sistemi di filiera diretta e allargata;
  • Idoneità del programma a rafforzare la presenza dell’impresa sui mercati esteri o ad attrarre investimenti esteri;
  • Contributo allo sviluppo tecnologico;
  • Impatto ambientale dell’investimento.

per i Programmi di sviluppo di attività turistiche:

  • Positivo impatto sull’occupazione;
  • Previsione di recupero e riqualificazione di strutture dismesse o sottoutilizzate nell’ambito
    del programma;
  • Incidenza del programma su una filiera di interesse turistico (da valutarsi rispetto all’idoneità del programma a realizzare/consolidare e promuovere percorsi di interesse culturale, di turismo industriale, ospitalità alberghiera ed enogastronomia);
  • Capacità del programma di contribuire alla crescita o alla stabilizzazione della domanda turistica attraverso la destagionalizzazione dei flussi;
  • Realizzazione del programma in comuni tra loro limitrofi ovvero appartenenti a un unico distretto turistico.
  • Capacità del programma di attrarre investimenti esteri.

Per i Progetti di ricerca, sviluppo e innovazione, i progetti verranno esaminati da esperti esterni, selezionati e nominati tramite apposito Albo oppure di enti di ricerca.

Nel caso in cui l’attività di verifica si conclude con esito positivo, si approverà il programma e si procederà a concedere le agevolazioni tramite specifica determinazione per ciascuna delle imprese partecipanti al programma di sviluppo approvato.

Hai un tuo progetto? Hai bisogno di essere finanziato?

Ti contatterà un nostro incaricato per per una pre-fattibilità OMAGGIO!

Contratti di sviluppo - Accordi di sviluppo

Per i programmi di sviluppo di rilevanti dimensioni, che abbiano spese e costi ammissibili complessivi pari o superiori a 50 milioni di euro (o a 20 milioni di euro per programmi riferiti esclusivamente ad attività di trasformazione e commercializzazione di prodotti agricoli), è prevista la possibilità di formare un Accordo di sviluppo tra Ministero, Invitalia e impresa proponente. 

Tali accordi possono essere stipulati anche con le regioni ed altre amministrazioni qualora intervengano nel cofinanziamento del programma.

Gli Accordi di sviluppo vengono sottoscritti a condizione che il programma presenti una particolare rilevanza strategica in relazione al contesto territoriale e al sistema produttivo interessato.

In fase di istruttoria, per valutare la rilevanza strategica di un programma di sviluppo di grandi dimensioni ai fini della stipula di un Accordo di sviluppo, si valuta, alternativamente:

  • la sussistenza di almeno tre dei requisiti generali di ammissibilità dei progetti;
  • il rilevante impatto ambientale del programma di sviluppo, inteso come programma di sviluppo per la tutela ambientale;
  • la realizzazione del programma di sviluppo in forma congiunta mediante il ricorso allo strumento del contratto di rete.

Per i progetti strategici di grandi dimensioni e di significativo impatto sul sistema produttivo è prevista una priorità nella prenotazione delle risorse e nei tempi di valutazione e di attuazione, con la riduzione dei tempi di istruttoria a soli 90 giorni.

L’istanza di Accordo di sviluppo si attiva su richiesta delle imprese proponenti con la compilazione di un modulo nella fase di presentazione della domanda oppure in fase successiva, mediante PEC.

In caso di esito positivo si procederà alla procedura si perfezionamento dell’Accordo. 

Invece, in caso di assenza delle caratteristiche di rilevanza strategica e ammissibilità del progetto, le domande di finanziamento saranno esaminate in ordine cronologico, secondo la procedura standard per il contratto di sviluppo

Ascolta le testimonianze di chi ha ricevuto le agevolazioni

Bandi più richiesti

Ultimi Incentivi

Hai un tuo progetto? Hai bisogno di essere finanziato?

Ti contatterà un nostro incaricato per per una pre-fattibilità OMAGGIO!

Condividi su:

iscriviti alla newsletter

rimarrai aggiornato su tutte le novità, potrebbe essere l'occasione per realizzare il tuo progetto

Non perdere le opportunità degli incentivi agevolati per le imprese

iscriviti alla newsletter